Identità 2.0: Il decentramento dell’identità

HOME INSIGHT COLONNA IDENTITÀ 2.0: IL DECENTRAMENTO DELL’IDENTITÀ
Partiamo per un viaggio nella personalità: che cosa significa identità? Come passare dall’identità analogica a quella digitale? Lungo la strada, illuminiamo concetti storici di identità fino ad arrivare al tema dell’identità digitale e della catena di blocco – e possiamo porci delle domande: Chi e come saremo?

Oggi: Identità 2.0.: Il decentramento di crypto trader

Ricordiamoci la prima parte di questa linea. Ai tempi dell’Illuminismo, alcune scuole di pensiero vedevano l’identità come il nucleo solido degli individui. Una qualità immutabile che dà alle persone un centro unico. Tuttavia, questo punto di vista dovrebbe cambiare presto. Il “nucleo” dell’essere umano doveva essere inteso come mobile, come qualcosa che sta subendo un crypto trader. E così in un certo senso: decentrato.

L’identità diventa decentrata
All’inizio, in questo contesto, c’era una separazione tra un interno e un esterno dell’identità. Soprattutto nel contesto sociologico (G.H. Mead, C.H. Gooley), ma anche in quello psicologico (Sigmund Freud, Jacques Lacan), nel XIX e XX secolo prevaleva l’opinione che ci sono fondamentalmente due modi diversi in cui le persone “mantengono” la loro identità. Così, a seconda della direzione del pensiero, c’è un’identità “interiore” e “esterna”.

L’identità esterna si forma nel contesto sociologico in relazione all’ambiente. Attraverso il contatto con la famiglia, gli insegnanti e le istituzioni culturali, impariamo i valori, le norme e le convenzioni che formano la nostra identità (esterna). Questa identità “esterna” non è più un nucleo immutabile, ma si forma nell’interazione tra uomo e ambiente. Queste formazioni influenzano anche l’identità interiore, il carattere, la mentalità e i modelli di comportamento interiorizzati.

Le storie che raccontiamo
Verso la fine del XX secolo, il concetto di narrazione è diventato importante: la storia o le storie che raccontiamo di noi stessi. Stuart Hall, ad esempio, uno dei maggiori teorici culturali britannici, credeva che non abbiamo un nucleo fisso come identità, ma che l’identità dipende dai contesti in cui ci troviamo e in cui ci muoviamo.

Tutti noi giochiamo a teatro

Shakespeare non è stato l’unico che ha fatto scalpore. In realtà, noi tutti giocare il teatro – ogni giorno. In questo contesto Erving Goffmann ha utilizzato il concetto di ruoli sociali nello stile delle teorie della teoria teatrale. Ha assunto che si assumono ruoli diversi in situazioni sociali e contesti diversi. A seconda di come vuoi apparire e di quale impressione vuoi creare nelle persone intorno a te, ti comporti in modo diverso. Così, sul lavoro, si comportano certamente in modo diverso che nel circolo familiare della famiglia, mentre probabilmente si hanno conversazioni diverse con gli amici che con la nonna. Il fatto che ciò avvenga consapevolmente o inconsapevolmente non gioca un ruolo in questa osservazione – si lavora, si vive e si parla in modo diverso – a seconda del contesto.

In questo contesto, quindi, l’identità non può essere considerata come qualcosa di fisso, immutabile, o addirittura come un nucleo. Piuttosto, è un gioco alternato di interno ed esterno, di percezione di sé e percezione esterna, composto da molti momenti diversi.

Si ricorda anche qui la citazione di Mark Zuckerberg della prima parte. La sua affermazione sulla mancanza di integrità nelle identità multiple può quindi essere considerata estremamente dubbia. Ma come vedremo nelle prossime parti, l’idea alla base di questo è la centralizzazione dei dati. Per saperne di più su questo la prossima settimana.

BTCM2017: Impressioni dalla conferenza Bitcoin e Blockchain presso il Blockchain-Hotel Essen

BTC-ECHO era al Blockchain Tech Crypto Meetup #BTCM2017 al Blockchain-Hotel Essen lo scorso fine settimana (15.09 e 16.09). Durante i due giorni dell’evento abbiamo potuto raccogliere molte impressioni interessanti e parlare con i migliori relatori del settore della catena a blocchi – non vogliamo trattenerlo da voi. Segue un rapporto video con molte interviste interessanti. Una recensione del #BTCM2017.

Venerdì mattina è iniziato dopo una deliziosa colazione in un’atmosfera imparziale con alcuni relatori di alto livello, tra i quali: Oliver Flasskämper di Bitcoin.de, Andrei Martchouk di KI Dezentralized (entrambi in intervista con BTC-ECHO), Friedemann Brenneis (Coinspondent) e Jason King di Unsung.

Bitcoin evolution – Il decentramento combatte la fame

Unsung ha fatto della lotta attiva contro la fame il suo mestiere. L’operatore Jason King ha presentato la situazione negli Bitcoin evolution, che non è così diversa dalla nostra situazione europea: https://www.onlinebetrug.net/it/bitcoin-evolution/ C’è abbastanza cibo, tonnellate di cibo vengono smaltite ogni giorno eppure ci sono ancora persone che non possono comprare regolarmente cibo sano a causa del loro basso reddito o per altri motivi.

Invece di conservare il cibo donato in grandi magazzini, King ha avuto l’idea di ritirarlo direttamente dal donatore e portarlo al prossimo bisognoso. Il decentramento consente di risparmiare tempo e denaro. Possono essere accettate anche donazioni in denaro. Naturalmente, non abbiamo più bisogno di un account di donazione per questo: King accetta donazioni da noi sotto forma di Bitcoin o Ether!

TYKN – Assicurare la cura del parto sulla catena a blocchi

È il documento più importante della vita: il certificato di nascita. Collega un’identità con una persona, fornisce informazioni su età, origine e ascendenza. Secondo Tey ElRjula di TYKN, i gruppi terroristici mirano sempre a distruggere tali documenti quando si impadroniscono delle città. Non appena i documenti si estinguono, le vittime sono praticamente senza Stato e alla mercé di un guanto di sfida per nuovi documenti.

Lo stesso ElRjula ha fatto molta strada: i siriani hanno dovuto fuggire attraverso diversi stati nordafricani prima di arrivare finalmente nei Paesi Bassi. Oggi è completamente integrato, parla olandese, ha un lavoro, una casa e un cane. Sulla patente di guida c’è scritto sotto il luogo di nascita: obekend – olandese per: sconosciuto.

Ancora oggi, il documento più vulnerabile di un essere umano viene rilasciato manualmente. TYKN vuole cambiare questo: Con la connessione con la catena di blocco Ethereum- o Hyperledger-Blockchain le identità devono essere assicurate una volta per tutte, in modo che nessuno debba più essere considerato un senzatetto.

Liberlandia – Un nuovo paese in libertà
Vít Jedlicka in realtà è ceco. La sua idea era quella di cambiare il mondo in meglio fin da piccolo. È stato attivo nella politica ceca e ha persino raggiunto il livello europeo. Ma alla fine, secondo le sue stesse dichiarazioni, ha osservato che non avrebbe mai cambiato le strutture di base. In risposta a questa realizzazione, ha collaborato con alcuni per fondare Liberland.

Liberland è un giovane paese tra Croazia e Serbia che esiste dal 2015. Non è riconosciuto a livello internazionale, ma alti politici degli Stati Uniti e di altri stati vogliono sostenere il Liberland. Il piccolo paese potrebbe essere fondato solo dal fatto che la Croazia e la Serbia non hanno rivendicato per sé questa piccola isola del Danubio e hanno assegnato la proprietà all’altra.

La libertà deve diventare un paradiso fiscale. Attraverso un approccio molto liberale, il Presidente Jedlicka vuole privatizzare tutte le parti dello Stato di Liberlandia: Polizia, amministrazione, sanità, commercio e molto altro ancora.

Con un’amministrazione digitale ispirata dall’Estonia, lo Stato dovrebbe dare ai suoi cittadini una libertà assoluta. Libero secondo il motto di Liberland: “Vivi e lascia vivere”.

Perun Network – un approccio per scalare Bitcoin & Co.?
Per risolvere i problemi di scala delle valute criptate come Bitcoin, in passato c’erano diversi approcci. Questo ha portato non da ultimo alla forcella dura di Bitcoin con il risultato del nuovo Bitcoin Cash – questo risolve il problema dello scaling? Il Prof. Sebastian Faust della RUB ha presentato le ricerche in corso su questo argomento. Diverse forme di pagamento, tra cui la rete di illuminazione come uno degli esempi più noti, potrebbero migliorare notevolmente la scalabilità. L’attuale volume di sette transazioni al secondo che può essere elaborato dalla rete Bitcoin richiede un drastico aumento per essere competitivi, ad esempio, con processori di pagamento come VISA e adatti al mercato di massa. Quello di fronte